due novembre

Sono stata da mio padre questo week-end. Mi è pesato, devo ammetterlo. Ma meno di quanto immaginassi. Dopotutto non che avessi altra scelta, visto che ha chiesto l’affidamento delle ceneri. Non ho obiettato allora e non lo farò adesso. ho suonato il pianoforte di mamma. in qualche modo pensavo che questo me l’avrebbe fatta sentire più vicina. o quantomeno che … Continua a leggere

Piove, guarda come piove, guarda come viene giù

Di quei giorni ricorderò l’umidità. A volte me la sento ancora addosso. Settembre, il lago, il freddo e un infinito temporale di fine estate. I pochi vestiti presi a casaccio e caricati di fretta nel trolley: sbagliati per la stagione e perennemente umidi. L’odore di umidità misto ai medicinali. E poi quell’altro odore, quello nauseante di sangue digerito e succhi gastrici. Se n’è andata così. … Continua a leggere

week-end con il moccio

Colpa dell’amica della Bratz, e dei suoi virus importati direttamente dalla riviera di ponente. Com’è che si chiamava? Giulia? non che sia importante, visto che una volta compiuta la sua opera appestante, c’ha mollate in fretta e furia e s’è fiondata back home via milano-serravalle. i suoi germi liguri m’hanno regalato un sabato discretamente schifido. una domenica pomeriggio da divano, copertina … Continua a leggere

cosa succede, cosa succede in città

Eccomi, sono tornata! Questa volta sul serio e almeno per… hmm tipo un paio di settimane? Dai forse qualcosa in più. Sono stata via parecchio perchè parecchie cose sono successe. Cose che ancora si trascinano e producono strascichi e riaprono ferite e generano entropia. La buona notizia è che… Beh, la buona notizia è che sono ancora qui per dire che non c’è … Continua a leggere

Qui va tutto bene e lì?

Certo, la foto non è che sia proprio a tema. E anche le categorie sembrano messe lì a casaccio. Ma con calma ci arrivo. Il fatto è che sto pittando casa e mi è venuta questa assurda idea per una parete che non vorrei lasciare bianca. L’idea è mettere un hulk che esce dalla parete, come se la stesse spaccando … Continua a leggere

Heroes: Save the cheerleader, save the world

Ormai è una droga! Sono ancora alla nona puntata e già ho la scimmia ^______________^ Certo, ci sono episodi più o meno belli, ma tutto il filone della cheerleader mi sta acchiappando un sacco. Un po’ meno quello della bionda dissociata. E, ovviamente, ogni volta che appare Hiro, è uno spasso. Troppo dolce. E poi, sì… un plauso alla mamma … Continua a leggere

Wendyyyyy sono tornataaaa

Ci devo ancora riflettere. Insomma, lo sbattimento di traslocare vecchi post e categorie non è da sottovalutare. In compenso la facciona charliebrownesca lì in cima al blog mi ispira parecchio. Senza contare che qui è gratis e magari mi libero anche del postatore non autorizzato dell’altro blog 😛   Mi fa strano essere di nuovo qui… con ancora meno cose … Continua a leggere